Laromainrete.com

20 marzo, 2013

Roma, ticket ai disabili

La Roma continua a mantenere un profilo basso. Ma da Trigoria trapelava ieri una notevole soddisfazione, dopo che anche il Coni di Malagò ha deciso di abbattere la scure sulle tessere omaggio all’Olimpico. La Roma ha precorso i tempi. Fu la prima mossa di Baldini diggì. «È difficile spiegare questo alla proprietà americana, che non sa cosa sia la chimera dei biglietti omaggio. Lo status symbol – spiegò nella conferenza del debutto, a ottobre 2011 – non è stare tribuna ma comprare i biglietti migliori. Io darò un piccolo messaggio: quando vorrò invitare qualcuno, comprerò il biglietto». Qualche mese dopo, la Roma è andata oltre. Ha fatto di meglio. Dalla partita col Chievo – 8 gennaio 2012, Totti, Totti – il club regala una parte di quei biglietti, quelli di tribuna autorità. Come? Cosa? Perché? Sì. Ma li dà a dei bambini diversamente abili. A chi lotta ogni giorno con le difficoltà. È un gesto d’amore straordinario, un gesto che finora non era noto. La società concede questi tagliandi alle onlus che ne fanno richiesta oppure quando viene da sola a conoscenza di situazioni complicate. Accade sistematicamente quando si gioca alle 15. Manca la riprova, ma è assai probabile che Malagò, che la Roma la vive da tifoso e quindi segue quotidianamente le cose giallorosse, possa averne tratto spunto per lanciare un segnale importante dal palazzo che guida lo sport italiano. Niente più tessere omaggio in tribuna d’onore per i frequentatori di Montecitorio e Palazzo Madama. «Al fine di evitare strumentalizzazioni su favori e privilegi riservati ai Parlamentari della Repubblica – si legge su un comunicato dell’ente presieduto da Malagò – il Coni ha deciso di non rilasciare più la concessione della tessera riservata ad onorevoli e senatori per l’accesso alle manifestazioni sportive che si svolgono sul territorio nazionale». Il presidente del Coni ne ha approfittato ieri per chiarire meglio il senso di una decisione apprezzatissima dai comuni mortali, loro che il biglietto se lo comprano. «I politici fuori dalla tribuna d’onore? Non è che i politici sono fuori. C’era questa categoria che aveva una tessera nazionale – ha spiegato Malagò – che gli consentiva di andare, compatibilmente col numero dei posti disponibili, a vedere delle manifestazioni sportive. Giacché erano in scadenza, ieri (lunedì, ndr) abbiamo visto questa cosa e abbiamo pensato che fosse giusto che questa concessione finisse. Sono stati tutti d’accordo, compresa la categoria. Non ci sono categorie che saranno privilegiate, è un discorso che vale in assoluto. Gli unici che avranno questa tessera sono gli sportivi con la esse maiuscola, quelli che hanno vinto medaglie o che sono stati campioni del mondo, che credo siano patrimonio dello sport italiano». Il Romanista

Lascia un commento »

Non c'è ancora nessun commento.

RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: