Laromainrete.com

29 gennaio, 2013

Tecnico e dirigenti tutti sotto accusa. Mentre i giocatori…

Filed under: Notizie da trigoria — Tag:, , , , , — U.C. @ 11:58 am

Al di là degli attriti e delle incomprensioni di Trigoria, una cosa sembra oramai certa: l’effetto Zemanlandia ha esaurito la sua scia, purtroppo non dorata come aveva invece promesso (o illuso?) di essere la scorsa estate. I motivi e le ragioni sono molteplici, mal’umore della città è oramai chiaro: il tecnicoboemo sembra aver fatto il suo tempo, la gente ha smesso di credere al vangelo del suo messia. Ma per quello che rischia di essere il secondo fallimento consecutivo in casa giallorossa, con Zeman sul banco degli imputati ci finiscono anche i due dirigenti principali del management di Trigoria: Franco Baldini e Walter Sabatini. La gente ce l’ha anche con loro, basta navigare sul web o via etere per sfogliare od ascoltare giudizi poco lusinghieri per tutti.

Il tecnico A Zeman la gente rimprovera soprattutto le scelte, non il suo integralismo tattico. L’esasperazione riguarda i casi De Rossi e Stekelenburg, esclusi a favore di concorrenti considerati neanche lontanamente all’altezza di calcare un campo di Serie A. «Ma come si fa a preferire a Daniele un polentone come Tachtsidis o al portiere olandese un citofono come Goicoechea» è un po’ il succo del pensiero della tifoseria giallorossa. Le prestazioni, del resto, sono lì a testimoniare il malumore. Un po’ come quando, ad inizio stagione, il boemo ha messo in dubbio un talento come Miralem Pjanic, fino a lasciarlo spesso in panchina, un’altra scelta che gran parte della tifoseria non ha mai digerito e che ancora oggi gli rinfaccia.

Il club Nel mirino, come detto, ci è finita però anche la società, imputata di aver speso 110 milioni sul mercato in due anni ed aver raccolto solo fallimenti. La sostanza è differente, perché fuori dal campo la Roma ha fatto anche cose buone, ma i risultati non pagano (e non hanno finora pagato) ed allora si fa presto a mettere tutto nel calderone. A Baldini si imputano le scelte scriteriate: prima quella di Luis Enrique, definito un «meraviglioso errore », poi proprio quella di Zeman, scelto secondo molti solo per esigenze di piazza (ed abbonamenti). Su Sabatini, invece, si punta il dito per alcuni acquisti considerati bizzarri: dai Kjaer e José Angel (voluto però da Luis Enrique) dello scorso anno ai Piris e Balzaretti di quest’anno. In realtà, il d.s. romanista in due anni ha portato a casa anche colpi da mille e una notte come Marquinhos, Lamela e Pjanic.

I giocatori Nel cortocircuito cittadino di questi giorni, quelli che appaionomeno colpevoli agli occhi della tifoseria sono invece i giocatori.Aparte Tachtsidis, Goicoechea, Piris e Balzaretti (considerato finora la più grande delusione come rendimento), per gli altri vige una sorta di immunità calcistica che non li sottrae dal mirino della gente. Anche se lo striscione esposto mercoledì in coppa Italia («Per voi è una partita, per noi la vita. Fuori le palle») fa capire come i bonus siano esauriti anche per loro. Il Cagliari non deve essere uno spartiacque, ma l’inizio di un domani diverso. Altrimenti, anche per la squadra ce ne sarà da vendere, c’è da scommetterci su. Gasport

Lascia un commento »

Non c'è ancora nessun commento.

RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: