Laromainrete.com

11 gennaio, 2013

Roma, Totti guarda al rinnovo: contratto in scadenza a giugno 2014

Il futuro della Roma avrà come punto di riferimento ancora Totti. Da calciatore. Almeno fino a quando non sarà lui, come ha sempre ripetuto, a chiamarsi fuori. L’input è della proprietà Usa che, pur essendone stata sempre convinta sin dai primi giorni dello sbarco a Trigoria, ha definitivamente preso atto di quanto sia prestigiosa l’immagine del capitano all’estero. Come giocatore e come uomo. Perché non c’è solo il campione e la sua grande classe, il professionista esemplare e generoso. C’è anche il romano solare e spiritoso e il papà affettuoso e semplice. Presto sarà scelto uno sponsor tecnico internazionale e lui diventerà il testimonial ideale per far lievitare i ricavi. I soci bostoniani non hanno mai messo in dubbio l’impatto mediatico, fuori dei nostri confini, garantito da Francesco, ma il presidente James Pallotta ne ha avuto la conferma vivendo a contatto con lui durante la tournée in Florida. Non è un caso che gli abbia fatto pubblicamente l’augurio più bello: «Il primo gol nel nuovo stadio lo segnerà Totti». E in privato anche una battuta sul rinnovo. Da definire in primavera.

LA SCADENZA

Il capitano è legato alla Roma fino al 30 giugno del 2014. Sotto contratto, dunque, per un altro anno e mezzo. I dirigenti giallorossi stanno studiando come prolungarlo. Sarà rivisto l’ingaggio che sfiora i 4,5 milioni e mezzo compresi alcuni diritti di immagine (abbigliamento sponsor tecnico). L’intenzione, della società e del giocatore, è di trovare l’accordo prima della fine di questa stagione. Per evitare di riproporre il tormentone che ha portato poi, al fotofinish, al rinnovo di De Rossi. Per una questione anagrafica, tra Daniele e Francesco ballano 7 anni di differenza, la situazione è ben diversa. Per il centrocampista c’era il rischio di vedere azzerato il valore del cartellino. Per il capitano è invece tutto legato proprio al suo ruolo all’interno del club (ha anche 5 anni da dirigente: scadenza 2019), con gli sponsor che riconoscono il suo appeal, come dimostrano i primi spot della Volkswagen che hanno subito avuto grande successo. L’idea è un anno di contratto, fino al 2015, più l’opzione di un secondo. In campo quasi quarantenne. «Non ha mai detto quando intende smettere: è la sua forza», ha spiegato recentemente Lippi che lo aspettò, da infortunato, per il mondiale vinto dall’Italia in Germania nel 2006. «Il suo segreto non è la dieta ma la testa» ha chiarito invece lil cittì azzurro Prandelli.

IL MERCATO

Sabatini, prima di spostarsi a Milano, ha pranzato con Zeman per fare il punto sul mercato. Il ds prenderà un esterno basso e darà Marquinho al Gremio, dove il centrocampista Fernando fa sapere: «Voglio vincere qui». Piace Saimon, sempre del Gremio. E’ un difensore centrale, classe ’91, ma fa anche il terzino a destra. Sabatini non scarta Caceres della Juve e segue Berardi della Sampdoria. Contatti con il manager di Stekelenburg (Fulham e Milan) e con quello di Icardi (obiettivo dall’estate scorsa, rifiuta il rinnovo con la Samp), «Destro ora è impossibile» ammette Galliani. Adesso è ufficiale: Tallo in prestito al Bari e con il club pugliese discorso aperto per il centrocampista Bellomo. Il Messaggero

Lascia un commento »

Non c'è ancora nessun commento.

RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: