Laromainrete.com

18 dicembre, 2012

Roma, c’è un nuovo capo

Una cosa è certa, alla Roma sanno come suscitare la curiosità. Dei tifosi, certo. Ma anche quella dei giornalisti. La società ha infatti annunciato per le 14 di oggi una conferenza stampa dove sarà svelato il nome del nuovo CEO, alias l’amministratore delegato, il capo del club, il numero 2 perché il numero 1 è e resta James Pallotta, il leader della cordata americana e quindi il proprietario della società o «il custode», come ha detto Mr James in qualche occasione. Un nome è comunque trapelato: dovrebbe trattarsi di Italo Zanzi. La Roma ha cercato in ogni modo di tenere protetta l’identità del neo punto di riferimento del club. È italoamericano, ha meno di 40 anni, ha una passione per il baseball e ieri ha alloggiato con Pallotta al “De Russie”, l’albergo di via del Babuino buen retiro romano di Mr James. Queste erano le indicazioni che circolavano ieri. Il 38enne newyorchese Zanzi ha tutti i requisiti al posto giusto: fino al 2011 è stato Deputy General Secretary della Concacaf, la Uefa (centro)nordamericana. Pannes lascerà l’incarico, ma dovrebbe restare nell’orbita As Roma da consulente della Raptor, il forziere del presidente. Agli americani serviva un soggetto che fosse sempre presente a Trigoria, occorreva un esperto di sport business che zittisse una volta per tutte la critica costante: alla Roma manca un presidente. La Roma il presidente ce l’ha, è Pallotta e adesso ha un amministratore delegato che ne farà le veci. Quotidianamente. Chiusa la parentesi CEO, o a.d. se lo ita- lianizzate, torniamo a Pallotta. Il finanziere è atterrato a Roma intorno alle 8 di ieri. Poche parole, giusto l’essenziale. Ma un essenziale che fa molto romanista. «Sono felice di essere a Roma. Sono contento – sono state le sue parole – di andare sabato allo stadio e di portare mio figlio all’Olimpico per far vedere quanto siano fantastici i tifosi della Roma». Pallotta tornerà negli Stati Uniti dopo la partita col Milan. È mistero su quello che dirà, probabilmente su quello che dirà oggi in conferenza. C’è chi sostiene che non dovrebbero essere fatti annunci sullo stadio di proprietà, sull’area dove dovrebbe insistere. Il presidente parteciperà (ovviamente) alla festa di Natale della Roma, che sarà organizzata stasera in un noto locale di via Sacconi, alle spalle di piazza Mancini, di proprietà di Fiorello. Anzi, farà qualcosa di più che partecipare. Terrà un discorso davanti a tutta la società: staff tecnico, dipendenti degli uffici amministrativi, giocatori. Oltre alla cena a buffet, è prevista una parte teatrale della serata: sarà celebrata la Roma, sarà celebrato Zeman. Allo spettacolo prenderanno parte anche alcuni calciatori. Non si farà troppo tardi, perché la Roma ha bisogno di lavorare. Deve concentrarsi sulla partita con il Milan. Solo su quello. La presenza di Pallotta va letta però, show a parte, come un segnale forte. Questa squadra non è sola. Non lo è mai stata. L’attuale management è sempre rimasto in contatto con la proprietà, che non è a piazza Cordusio ma sulla East Coast, dall’altra parte dell’oceano. Da oggi, la Roma avrà però quel qualcosa in più che la renderà ancora più strutturata, e quindi ancora più forte. Da oggi c’è un manager in più. Ma voi chiamatelo pure custode. Il Romanista

Lascia un commento »

Non c'è ancora nessun commento.

RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: