Laromainrete.com

23 ottobre, 2012

De Rossi è tornato Hurricane

Filed under: campionato — U.C. @ 10:11 am

Un bel disco, uno di quelli di una volta, uno di quelli in vinile, per essere ascoltato per bene doveva essere suonato alla velocità giusta. Se un 78 giri lo mettevi su un giradischi che andava a 33 o a 45, il suono usciva distorto. Ecco, il De Rossi di domenica sera è un gran bel 78 giri. Con una differenza fondamentale. Il 78 giri è il passato, è un pezzo d’antiquariato, un meraviglioso e nostalgico oggetto che resta però solo nella memoria di chi ha qualche anno sulle spalle. Daniele invece è il presente e il futuro della Roma e del calcio. Un giocatore che a Marassi ha girato alla velocità giusta. A 78 giri, appunto. Settantotto, proprio come i passaggi riusciti collezionati nella partita contro il Genoa. Dati presi dal sito della Lega che ha pubblicato i numeri di questa particolare classifica. Nella quale De Rossi è il primo della Roma, davanti a tutti, davanti anche a un superlativo Totti (per il capitano 73 passaggi andati a buon fine). Un numero è un numero, solo un aspetto di una partita che ha mille sfaccettature. Ma è comunque un punto di partenza, che conferma la bontà della prestazione di Daniele. Una dimostrazione di forza, di qualità e di carattere arrivata al termine di due settimane agitate. Nelle quali ha preferito restare in silenzio e parlare sul campo. Domenica sera ci ha messo un po’, come peraltro tutta la squadra, a ingranare la marcia giusta. Per una mezzora la Roma era al massimo a 33 giri. Poi la scossa, iniziata già a fine primo tempo e simbolicamente mostrata a tutti da Daniele con quella rincorsa all’avversario a centrocampo e con un’entrata perfetta: palla piena, poi il rimpallo sfortunato e una nuova entrata, stavolta fuori tempo e il giallo sventolato da Orsato. Ma il cartellino non conta, conta la grinta di De Rossi, il suo furore, quello di un uragano. Hurricane, come la canzone che Daniele ha inserito al primo posto della play list dei suoi brani preferiti. La Roma da inizio stagione di settimana in settimana ne pubblica una: giocatori, dirigenti, tutti. Ieri è stato il suo turno, dieci canzoni piene di carattere come lui: ci sono i Led Zeppelin, i Red Hot Chili Peppers, i Metallica, Cat Stevens e i Pink Floyd. Ma in cima a tutto c’è l’Hurricane di Bod Dylan. Un brano lungo, otto minuti e mezzo, non casualmente. Perché ogni secondo serve a caricare di significati la storia di Rubin “Hurricane” Carter, un pugile incarcerato per quasi 20 anni perché incolpato di un triplice omicidio, avvenuto in un bar nel 1966, che non aveva commesso. Nel 1985 Carter fu scarcerato quando il giudice della Corte Federale sentenziò che non aveva avuto un processo equo e che l’accusa era “basata su motivazioni razziali”. Il 26 febbraio 1988 caddero definitivamente tutte le accuse. Una brutta vicenda ma una bellissima canzone che finisce con queste parole: «Questa è la storia di Hurricane, ma non sarà finita finché non riabiliteranno il suo nome e gli ridaranno indietro gli anni che ha perduto. Lo misero in galera ma un tempo sarebbe potuto diventare il campione del mondo». Una grande canzone e una parola, uragano, che si adatta bene al modo di intendere il calcio di De Rossi. Un uragano che si è abbattuto sul Genoa, ma che a differenza degli uragani veri non ha portato solo devastazione, ma anche una musica. Quella suonata per 65 minuti dalla Roma. Il Romanista

Lascia un commento »

Non c'è ancora nessun commento.

RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: