Laromainrete.com

11 ottobre, 2012

Alleluja! Hanno deferito Conte

Quarantotto giorni dopo la conferenza stampa nella quale Antonio Conte tuonò contro la giustizia sportiva che lo aveva condannato a 10 mesi di squalifica per la vicenda Calcioscommesse, è arrivato per il tecnico della Juventus un deferimento da parte della Commissione Disciplinare proprio per le parole rilasciate quel 23 agosto davanti a telecamere, microfoni e taccuini dei giornalisti. Nel frattempo, in questi 48 giorni che la Procura Federale ha atteso, di cose ne sono successe tante. Come ad esempio lo sconto di pena per Conte deciso qualche giorno fa dal Tnas (Il tribunale nazionale di arbitrato per lo sport) che ha tolto 6 mesi di squalifica permettendo al tecnico di tornare in panchina già a dicembre. Ieri dunque il deferimento da parte del procuratore federale alla Commissione Disciplinare nei confronti di Conte per avere espresso ’”giudizi e rilievi lesivi della reputazione e dell’operato degli Organi di Giustizia Sportiva” nel corso di quella conferenza stampa dopo la sentenza della Corte di Giustizia Federale. In particolare, a Conte viene contestato di ’”aver adombrato dubbi sulla imparzialità delle decisioni rese e sull’operato dell’Ufficio della Procura Federale’”. E’ bene dunque ricordare alcune delle dichiarazioni fatte dal tecnico juventino lo scorso 23 agosto: «Quella che mi è capitata è una vicenda assurda e ieri è arrivata la ciliegina sulla torta – aveva detto -. Allibito dalle dichiarazioni di un componente della commissione che mi ha giudicato. E’ una cosa gravissima e che non s’è mai vista. Reputo l’intervento da parte di questo signore improprio e fuori dalle regole. E lui dovrebbe farle rispettare. Questo signore, per uscire sulle prime pagine dei giornali, ha fatto dichiarazioni sul mio conto. Dichiarazioni se non da tifoso quanto meno inopportune. Forse c’è qualcosa di personale da parte di questo signore». E ancora: «Ma li sapete i metodi della Procura Federale? Forse sono passate inosservate le interviste di Locatelli e di Paoloni che dicono: “Non abbiamo detto quello che volevano sentirsi dire. Non abbiamo messo dentro nomi importanti per abbassarci la pena”. E’ agghiacciante quello che dicono. Della serie: se volete uno sconto di pena dovete mettere sul piatto dei nomi, se sono importanti meglio». Quello di Conte non è stato l’unico deferimento arrivato ieri. E’ toccato infatti anche ad Aurelio De Laurentiis per una vicenda completamente diversa anche se in qualche modo la Juve c’entra di nuovo. Il provvedimento nei confronti del presidente del Napoli è infatti scattato “per aver dato disposizione di non far partecipare la propria squadra alla cerimonia di premiazione della Supercoppa di Lega 2012-13, e per aver espresso pubblicamente rilievi atti a ledere il prestigio del Direttore di Gara”. La partita in questione è quella dello scorso agosto a Pechino tra Juventus e Napoli con l’arbitro Mazzoleni contestatissimo per l’espulsione di 2 giocatori del Napoli e per aver assegnato un rigore contestatissimo alla Juve. Il Romanista

Lascia un commento »

Non c'è ancora nessun commento.

RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: