Laromainrete.com

3 ottobre, 2009

«I Sensi preparano una cordata. Io sono pronto a dare una mano»

Quarant’anni di cemento, oltre seicento dipendenti, proprietà sparse un po’ per tutta Roma, affari con Montecitorio. E ora pure con i Sensi. A loro, Sergio Scarpellini ha ceduto la culla del futuro “Franco Sensi”. Un contratto preliminare. Se lo stadio non si fa, addio caparra e il terreno torna al costruttore («ma tanto si fa, si fa…»). Per gli ambientalisti, sarà solo una colossale speculazione edilizia. Scarpellini li liquida così: «Sciocchezze».

Scarpellini, conferma l’accordo coni Sensi?

«Certo».

Stando alle cifre di Legambiente, il terreno vale 25 euro a metro quadro, per un totale di 37.5 milioni. Giusto?

«Sì, penso di sì. Sono dati corretti. Ma non capisco il perché di tutte queste polemiche. Lo stadio sarebbe

una buona cosa anche per i quartieri limitrofi, oltre che per i romanisti».

C’è chi teme un’enorme speculazione.

«Chi l’ha detto che ci si debba speculare sopra?».

Legambiente e un discreto numero di esponenti politici. Persino di centrodestra.

«Bisogna vedere il progetto. Perché non lo si va a vedere?».

Oltre allo stadio, case, un mega centro commerciale e un laghetto.

«Le dirò che lì ci farei pure un bell’albergo».

Prego?

«Si parla di riportare le Olimpiadi a Roma. Beh, non servirebbero delle infrastrutture adeguate?».

Lei vorrebbe partecipare alla costruzione dello stadio?

«Se me lo chiedono, perché no? Io sono pronto a dare una mano. Ho tanta esperienza».

C’è chi dice: Scarpellini ha  quasi regalato ai Sensi il terreno perché tanto poi prenderà parte all’operazione.

«In questa città si chiacchiera e basta».

In un’altra intervista ha detto di aver «favorito i Sensi».

«Certo. Sono romanista. E nella vita non contano solo i soldi».

Che rapporto ha con i Sensi?

«Li ho conosciuti in questo frangente. Sapevano che possedevo questo terreno e mi hanno  fatto contattare».

Portare la metro da Battistini allo stadio costerebbe alla Roma qualcosa come 1053 milioni di euro.

«So che i Sensi stanno formando una cordata».

Lei ne farà parte?

«Dipende da chi c’è dentro. Le ripeto: sono disponibile a dare una mano».

Per Legambiente, non si potrà mai costruire l’impianto in tre anni.

«Non è vero. A patto che si parta subito con le autorizzazioni

Il Romanista

Annunci

Lascia un commento »

Non c'è ancora nessun commento.

RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: